• Libertine Queen

Scendere sempre a compromessi


coppia torso nudo

Il mio più grande difetto è l’egoismo. Probabilmente se lo chiedeste a F. vi direbbe che mi sbaglio. Invece sono molto egoista e faccio un enorme fatica a scendere a compromessi. Ma come diciamo spesso: il compromesso è uno dei fondamenti delle relazioni. Senza quello dove si va?


L'importanza dei passi

Proprio l’altra sera ho dovuto fare un passo indietro, o meglio un passo verso il mio compagno per evitare situazioni che gli possano causare malumori. Ho fatto fatica ad accettarlo per diverse ragioni, tra queste c’è la mia naturale tendenza a pensare prima di tutto a me stessa.

Per farvi capire devo fare un passo indietro.

L'importanza dell'adrenalina

Da sempre mi succede che ad un centro punto tutto attorno a me si appiattisce, non è solo noia è qualcosa di più brutto. Sento che mi manca qualcosa, eppure ho tutto. L’unico modo per stare bene è sentirmi viva e per viva intendo scontrarmi con emozioni forti. Se bastasse una bottiglia di vino o una banale scopata, avrei risolto tutti i miei problemi. Ma purtroppo quello era sufficiente a 17 anni, ora non più.

Se state pensando che capitano a tutti questi momenti, beh la risposta è probabilmente sì, ma non tutti fanno qualcosa di concreto per superarli. Ma io sì. E siccome crogiolarmi nel dolore non mi appartiene, ho sempre cercato il modo per uscirne. Ho studiato modi per avere la mia dose di adrenalina e andare avanti. Questo spiega le diverse scelte stupide appartenenti al passato ma che rifarei una dopo l’altra, se tornassi indietro.


Ironia della sorte, è stato proprio in uno di quei momenti down che ho conosciuto F., non mi è caduto dal cielo, l’ho cercato. Il rapporto che avevamo, legato al BDSM, alla sottomissione, era una novità allettante. Poi quel mondo ci ha delusi e stancati quindi abbiamo saggiamente scelto di abbandonarlo, ma questa è un’altra storia.


Il piccolo problema è che più passano gli anni più diventa complicato trovare cose nuove da fare. I party sono fantastici ok, ma qui parlo di qualcosa di più intimo…qualcosa che deve arrivare da me. Le famose fantasie nascoste. Ma guardate che non è così facile saperle individuare! Sulle fantasie torno dopo. Veniamo a noi: cosa è successo l’altra sera?


Donna e uomo abbracciati senza abiti

Le pretese

Sicuramente non è uno dei periodi più sereni per me, lavorare da casa è una figata solo se poi hai le serate in cui poter uscire e ammazzarti di qualcosa (sesso, alcol, cibo…). Non è che trascinarmi in pigiama mi dispiaccia, e nessuno ama la vita di coppia sedentaria più di me..però ecco, inizia a mancarmi l’aria, non so se mi spiego.


Poi qualcosa ha attirato la mia attenzione, fenomeno raro. Quando mi capita questo, mi trasformo in una bambina, vorrei tutto e subito. Altro mio pregio, io sono quella del “tutto e subito”. Siccome non è una formula sempre perseguibile e siccome alcune mie azioni hanno conseguenze spiacevoli per la persona che ho accanto, abbiamo cercato un compromesso che facesse felici entrambi. Questo passaggio è fondamentale per l’equilibrio della coppia perché sarebbe profondamente sbagliato dare importanza solo a uno dei due, a discapito dell’altro.

Fantasylandia

Torniamo al capitolo fantasie. Anche parlandone apertamente, anche spulciando e analizzando cosa si potrebbe effettivamente fare adesso…faccio fatica a scavare dentro di me e trovare qualcosa che mi faccia dire “wow facciamolo!”. È più facile e più probabile che un certo tipo di situazione, non studiata, mi faccia scattare la molla giusta e mi regali ciò di cui ho bisogno.

Per esempio abbiamo guardato un film (Le età di Lulù ma francamente non lo consiglio) in cui una scena mi ha ispirata e penso proprio che la metteremo in atto. Curiosi? Beh è piuttosto banale, una fantasia comune a molte donne: essere bendata per fare sesso con uomini senza sapere chi siano. Con una piccola rivisitazione credo possa funzionare.

 

In conclusione cosa abbiamo imparato? Che sono una capricciosa. Che ho bisogno di evadere altrimenti mi rattristo. Che non si parla mai abbastanza con il proprio partner e che c’è sempre un limite da non poter superare, altrimenti tanto vale stare single. Cosa più importante: capire le proprie fantasie non è così scontato, sperimentarne tante è però una strada efficace che porta con molta probabilità ad un buon risultato.

Un caldo abbraccio dalla vostra Regina Libertina

Mia

Post recenti

Mostra tutti